› news  › ordina ora
Produzione cruelty free
Il nostro impegno per ambiente ed animali

Circa 45.000 animali ogni anno muoiono sfigurati da rossetti, intossicati da profumi, bruciati da creme e saponi. Eppure sono più di 10.000 gli ingredienti già disponibili per le aziende e molti i metodi alternativi di ricerca.

Diversi sondaggi in tutta Europa hanno dimostrato che la maggioranza delle persone non crede che sviluppare nuovi cosmetici sia una valida giustificazione per uccidere animali, nonostante ciò si continuano a commercializzare cosmetici sperimentati su animali

Grazie ad una grande Campagna internazionale coordinata dalla Coalizione Europea contro la Vivisezione, abbiamo ottenuto una Direttiva Europea che prevedeva il divieto di vendita di cosmetici sperimentati su animali, a partire dal 1998. Termine posticipato prima al 2000 e poi al 2002. La Direttiva 2003/15/CE ha sancito un nuovo allungamento dei tempi: il bando totale ai test cosmetici su animali praticati all'interno delll'UE e il divieto di commercio di cosmetici sperimentati su animali, è slittato al 2013.

Fino a quella data, il Consumatore può quindi orientare i propri consumi su cosmetici realizzati senza sperimentazione sugli animali, scegliendo solo dalle aziende che aderiscono allo "Standard Internazionale Non Testato su animali", l'unico riconosciuto a livello internazionale.

Già dal 1998, la Cibe laboratori ha aderito a questo disciplinare di autoregolamentazione, promosso in Italia dalla LAV (Lega Anti Vivisezione) e da altre organizzazioni animaliste. Scegliendo i prodotti Cibe laboratori, il Consumatore ha la garanzia e la tranquillità che il proprio denaro non contribuisce alla sperimentazione animale.

Aderendo allo Standard l'azienda ha assunto l'impegno ad acquistare solo materie prime che non siano state testate su animali per fini cosmetici successivamente alla data di adesione. Anche se è vero che moltissime materie prime utilizzate in cosmesi sono state testate su animali al momento della prima messa in commercio (cosa peraltro finora obbligatoria in mancanza di test alternativi), con l'adesione allo Standard l'azienda trasformatrice indirettamente spinge i produttori di materie prime a mettere a punto test alternativi e a non immettere sul mercato nuove molecole ad uso cosmetico che implichino l'esecuzione di nuovi test su animali.

Per garantire la sicurezza del Consumatore e il rispetto dello Standard la Cibe laboratori svolge preliminarmente un'accurata ricerca sugli ingredienti, con i dati di sicurezza disponibili, e una severa selezione dei fornitori, privilegiando coloro che dimostrano e dichiarano di condividere la politica cruelty free dell’azienda; i prodotti sono periodicamente sottoposti a test microbiologici di controllo, mentre i test dermatologici sono condotti in vivo su volontari umani oppure in vitro. L’attiva opera di sensibilizzazione svolta dalla Società relativamente a questi temi è continuamente in espansione anche grazie all’attività di produzione conto-terzi che ha permesso di esportare questa politica anche all’interno di altre realtà societarie.

La produzione dell'azienda si distingue da sempre per la Qualità Ecologica dei Cosmetici e dei Detergenti, formulati privilegiando l'utilizzo di materie prime e principi attivi di derivazione vegetale, nel massimo rispetto della sicurezza del consumatore, dell’efficacia del prodotto e della sua ottimale biodegradabilità. Per maggiore trasparenza si segnala inoltre ai Clienti che seguono una dieta vegetariana e vegana che nei cosmetici di nostra produzione possono essere presenti ingredienti di origine animale, come di seguito specificato.

  · top